Principi guida

1. Evidence is king

Non spiegare, mostra. Non dedurre, racconta.
Usa gli strumenti del design per mostrare ciò che il tuo team intende fare. Il Cliente deve poter riguardare il materiale che avete condiviso con lui e capire a che punto siete. Questo vale sia per le cose su cui avete controllo che per quelle su cui siete incerti o avete dubbi.
Rendete i dubbi e le domande evidenti, favorite la discussione su questo.
Se avete un dubbio bloccante, rendetelo evidente e condivisibile e andate avanti.
Ogni cosa che presentate al Cliente dev’essere sufficientemente chiara e auto-esplicativa che il Cliente può capirla al volo, decidere e darvi istruzioni su come andare avanti.

2. “Fatto” è meglio di “perfetto”

Durante il processo, done is better than perfect.

…. ma alla fine dev’essere “perfetto”
Quando il prodotto o il servizio è pronto per il rilascio, deve essere perfetto.
Sei felice di ciò che sta per essere rilasciato? I team Tangible investono su questa ricerca della perfezione. Prevedete di fare Quality Control e controllate tutto nel dettaglio. La perfezione è nei dettagli e nelle emozioni.

Alla Leading Design 2019 NY, Nick ha scovato un’altra versione interessante di questo principio (slide 34): “Meaningful change is better than perfection.”
Ci piace?

3. Leadership

Ragiona come un imprenditore: coraggio, intuizione, rispetto e accountability, trasparenza e responsabilità.

Per noi la leadership ideale è quella rappresentata da una piramide inversa: tutti sanno che cosa devono fare e si mettono in condizione reciproca di rispondere e decidere, per andare avanti.

4. Ownership

Sii autonoma/o e responsabile sulle tue attività.

Abbi chiaro su che cosa stai lavorando e perché lo stai facendo, che beneficio porterà al progetto, al cliente, al team o al risultato finale.
Mettilo in discussione e chiedi consiglio o supporto, i tuoi colleghi ti aiuteranno al meglio delle loro possibilità, perché è quello che faresti anche tu se loro avessero bisogno di una mano.

Se le cose iniziano ad andare male, non pensare a chi puoi dare la colpa. Concentrati su cosa puoi fare o avresti potuto fare tu per cambiare le cose. Forse sei ancora in tempo per agire.

5. Allineamento

Devi avere chiara la visione d’insieme e saper spiegare in modo inequivocabile e tangibile a quale “fetta” del prodotto o servizio il tuo team lavorando.

Inequivocabile: nel senso che la conoscenza e la comprensione del tuo team rispetto alla visione d’insieme che avete dev’essere descrivibile e condivisibile, in modo che il Cliente possa seguirvi ed eventualmente aiutarvi a entrare più a fondo nel dominio.

Tangibile: nel senso che ciò di cui siete a conoscenza deve poter essere visto / compreso / simulato / usato.

6. Collaborazione

Passa le informazioni nel modo in cui vorresti riceverle se tu fossi dall’altra parte.
Quando passi un file o indicazioni a qualcuno di interno o di esterno al tuo team, sii il più chiaro possibile. Accertati che le tue intenzioni siano state recepite e comprese da chi dovrà lavorarci su, non dare mai per implicito nulla.

Scritto da nick 13/10/2016 - 15:48
Modificato da ila 18/10/2019 - 10:49