Remote working

Favoriamo il lavoro da remoto.

Più di metà del team non abita vicino all’ufficio e spesso nemmeno nella stessa regione. Per questo rendiamo possibile lavorare da remoto per limitare le trasferte, per venire in ufficio, ai momenti che lo richiedono veramente.
Crediamo inoltre nel valore di lasciare alle persone la libertà di godersi i propri spazi e le proprie vite, gestendo il lavoro in autonomia e responsabilità, da dove ritengono più opportuno.

Questo significa rendere tutto accessibile e visibile anche a chi è fuori dall’ufficio e pensare remote-first:

  1. condividiamo ogni cosa che facciamo in modo da poter essere vista e fruita anche da remoto
  2. comunichiamo in modo chiaro, esplicito e con tutti i canali a disposizione
  3. l’urgenza determina il canale, sincrono o asincrono, con cui comunicare
  4. rendiamo disponibili, o rendiamo esplicito quando non possiamo essere disturbati
  5. rendiamo visibili le nostre azioni e i nostri output, aggiornando documenti, card e board
  6. organizziamo le giornate in anticipo per capire se e di chi avremo bisogno e concordare i momenti di sovrapposizione
  7. pianifichiamo i momenti di lavoro in team e di presenza, in modo da utilizzare al massimo i momenti di compresenza in ufficio
Scritto da Nicolò 02/12/2016 - 20:05
Modificato da ila 18/10/2019 - 10:46